venerdì 22 novembre 2013

Teatro dell'Arca: Invito 30 novembre


Carissima/o
come certamente saprai da alcuni mesi l’Associazione Teatro Necessario onlus è impegnata nella costruzione di un Teatro – denominato Teatro dell’Arca -  all’interno della Casa Circondariale di Genova Marassi. 
Il Teatro dell’Arca, costruito in buona parte dai detenuti stessi, sarà una sala polifunzionale con una capienza di circa 200 posti, dotata di tutte le attrezzature necessarie per la rappresentazione di spettacoli, l’organizzazione di mostre, convegni e conferenze, interamente edificata, caso unico in Italia, all'interno del Carcere di Marassi. 
Esistono a livello nazionale più di cento teatri all'interno delle carceri, ma quello genovese avrà la caratteristica di essere l’unico appositamente edificato nell'intercinta carceraria utilizzando un’area in disuso e alle cui attività potrà accedere anche il pubblico esterno

Teatro dell'Arca Genova Marassi - disegno del progetto
La costruzione del Teatro dell’Arca costituisce un importante obiettivo per le attività dell’Associazione Culturale Teatro Necessario, promotrice del progetto che, nel corso di otto anni di attività alla quale hanno preso parte più di cento detenuti, ha messo in scena 6 spettacoli alle cui rappresentazioni, presso i principali teatri della città (Teatro della Corte, Teatro Gustavo Modena, Teatro della Tosse e teatro Duse), hanno assistito più di 20.000 spettatori. 
Abbiamo pensato di invitare alcuni amici particolarmente sensibili alle tematiche sociali a visitare il cantiere, il direttore della Casa Circondariale Dr. S. Mazzeo rivolgerà un suo pensiero sulle attività trattamentali ed alcuni detenuti porteranno la loro esperienza. 
Inoltre coglieremo questa occasione per fare agli amici presenti, una proposta di vicinanza e di collaborazione a questa iniziativa. 

La visita è stata fissata per SABATO 30 NOVEMBRE alle ore 10.00
Se, come spero, sei disponibile ti prego di inviarmi la fotocopia della tua carta d’identità ai seguenti indirizzi:
carloimparato@libero.it   -  mirellacan@tiscali.it
entro lunedì 25 p.v., al fine di preparare il permesso d’entrata alla Casa Circondariale.
Seguirà un piccolo buffet. 
Grazie molte, a presto. 

mercoledì 6 novembre 2013

Dario Fo al Teatro dell'Arca

Oggi, mercoledì 6 novembre p.v. alle ore 17.00

il maestro DARIO FO visiterà il cantiere del Teatro dell'Arca, in costruzione all'interno della Casa Circondariale di Genova Marassi


E’ noto a tutti l'impegno di Dario Fo e di Franca Rame nei confronti della realtà carceraria. La sua visita ad un nuovo presidio della cultura in uno dei più simbolici luoghi del disagio genovese acquista un valore ancor più simbolico soprattutto in un momento così difficile per le condizioni delle Carceri italiane.

La visita prevede una cerimonia  di benvenuto al premio Nobel Dario Fo da parte della direzione, dei detenuti e della compagnia teatrale “Scatenati” attualmente impegnata nelle prove di Amleto, spettacolo diretto da Sandro Baldacci, che andrà in scena al Teatro della Tosse dal 13 al 17 maggio 2014. Al benvenuto seguirà un intervento del maestro Fo rivolto alla popolazione carceraria.

Il Teatro dell’Arca costruito in buona parte dai detenuti stessi, grazie al contributo della Fondazione Carige e della Compagnia di San Paolo, sarà una sala polifunzionale con una capienza di circa 200 posti, dotata di tutte le attrezzature necessarie per la rappresentazione di spettacoli, l’organizzazione di mostre, convegni e conferenze, interamente edificata, caso unico in Italia, all'interno del Carcere di Marassi. Esistono a livello nazionale più di cento teatri all'interno delle carceri, ma quello genovese avrà la caratteristica di essere l’unico appositamente edificato nell'intercinta carceraria utilizzando un’area in disuso e alle cui attività potrà accedere anche il pubblico esterno

un disegno del Teatro

La costruzione del Teatro dell’Arca costituisce un importante obiettivo per le attività dell’Associazione TEATRO NECESSARIO ONLUS, promotrice del progetto, che, nel corso di otto anni di attività alla quale hanno preso parte più di cento detenuti, ha messo in scena 6 spettacoli alle cui rappresentazioni presso i principali teatri della città (Teatro della Corte, Teatro Gustavo Modena, Teatro della Tosse e teatro Duse), hanno assistito più 20.000 spettatori.

Ne parlano in rete:
Primo Canale
Le Due Città